Bonus Export Digitale Plus: un sostegno per le imprese all’estero

Bonus Export Digitale Plus

L’incentivo Bonus Export Digitale Plus nasce per sostenere le microimprese manifatturiere nelle attività di export

Il contributo a fondo perduto Bonus Export Digitale Plus consente di sostenere le micro e piccole aziende manifatturiere nella loro proiezione verso i mercati esteri. 

L’incentivo è promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in sinergia con l’Agenzia ICE (Bando dell’8/01/2024) ed è gestito da Invitalia. L’ICE è l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. 

L’importanza di questa misura

L’importanza di questo bonus risiede nella sua capacità di consentire alle aziende di affrontare le sfide dell’economia globale, permettendo loro di accedere a nuovi mercati e clienti attraverso l’utilizzo di strumenti digitali innovativi.

Le imprese, infatti, possono potenziare la propria presenza online, migliorare la comunicazione con i clienti internazionali, ottimizzare le strategie di marketing e vendita, aumentando al contempo la propria reputazione e visibilità a livello internazionale.

La realizzazione di un sistema economico più moderno, internazionale e competitivo sosterrà il Made in Italy nella conquista di nuovi mercati internazionali.

Chi può accedere al Bonus Export Digitale Plus?

Possono richiedere il contributo del bando le micro e piccole imprese manifatturiere (codice ATECO: C), così come i consorzi e le reti (con almeno cinque micro e piccole imprese).

Si ricorda che la misura serve a sviluppare l’attività di esportazione e di internazionalizzazione delle Micro e Piccole Imprese manifatturiere, anche aderenti alle reti o ai consorzi, mediante l’impiego delle soluzioni digitali e consulenziali per l’export disponibili sul mercato. 

Si ricorda che le domande devono essere inviate entro e non oltre il 12 aprile 2024.

Per ulteriori informazioni consultare il seguente link