Contributi per ammodernamento macchine agricole (PNRR, M2C1, inv. 2.3)

Contributi per ammodernamento macchine agricole (PNRR, M2C1, inv. 2.3)

La misura prevede l’erogazione di un contributo in conto capitale a fondo perduto per l’ammodernamento dei macchinari agricoli.

Cos'è

La misura “Ammodernamento dei macchinari agricoli che permettano l’introduzione di tecniche di agricoltura di precisione” prevede l’erogazione di un contributo in conto capitale a fondo perduto per l’ammodernamento dei macchinari agricoli, da destinare alle imprese agricole e alle imprese agro-meccaniche ai fini di un complessivo ammodernamento del parco macchine in coerenza con la diffusione delle migliori tecnologie disponibili che consentono un minore impatto ambientale del settore agricolo.

L’investimento guarda, altresì, ai cambiamenti climatici in atto che rendono sempre più frequenti le emergenze legate a stati di siccità che coinvolgono anche il settore agricolo le cui produzioni di qualità dipendono strettamente dalla possibilità di irrigare le colture, in particolare proprio quelle a maggiore valore aggiunto.

I beneficiari del sostegno sono:

  • le imprese agro-meccaniche;
  • le micro, piccole e medie imprese agricole e le loro cooperative e associazioni.

 

Il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere iscritto alla competente Camera di Commercio ed essere titolare di Partita IVA;
  • avere Fascicolo Aziendale confermato e aggiornato;

 

Nel caso di investimenti relativi alla “Sostituzione di veicoli fuoristrada per agricoltura e zootecnia”, impegnarsi a sostituire altro veicolo di proprietà del medesimo soggetto beneficiario.


Sono escluse le grandi imprese.
Gli investimenti sono interamente realizzati in Campania.

I progetti ammissibili riguardano l’ammodernamento del parco macchine agricole, oltre agli investimenti nei sistemi di agricoltura di precisione per l’efficientamento della produzione agricola.


Si precisa che l’investimento in Leasing non è ammesso.

Sono ammissibili al sostegno i seguenti investimenti e le relative spese:
a) Supporto all’investimento in macchine e attrezzature per l’agricoltura di precisione:

  • macchine, motrici e operatrici, dispositivi e macchine di supporto quali sistemi di sensori in campo, stazioni meteo e APR (droni), strumenti e dispositivi per il carico e lo scarico, la movimentazione, la pesatura e la cernita automatica dei pezzi, dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati, Automated Guided Vehicles (AGV) e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili, e/o dotati di riconoscimento dei pezzi;
  • macchine ed attrezzature di precisione per ridurre l’utilizzo dei fitofarmaci ed ottimizzare l’utilizzo dei fertilizzanti;
  • macchine ed attrezzature dedicate al settore zootecnico caratterizzate da un elevato livello tecnologico e di automazione quali macchine il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti (es. automazione e digitalizzazione dell’alimentazione animale), macchine utensili e impianti per la realizzazione di prodotti mediante la trasformazione dei materiali e delle materie prime di prevalente produzione aziendale, sistemi di monitoraggio in process per assicurare e tracciare la qualità del prodotto o del processo produttivo e che consentono di qualificare i processi di produzione in maniera documentabile e connessa al sistema informativo di fabbrica;
  • b) Sostituzione di veicoli fuoristrada per agricoltura e zootecnia;
  • c) Supporto all’investimento per l’innovazione dei sistemi di irrigazione e gestione delle acque quali sistemi di gestione intelligente dell’irrigazione attraverso remote sensing (ad es. dati satellitari Sentinel 2) e/o proximal sensing (ad es., dati da drone, da sensori o da centraline a terra) per la misura delle variabili meteorologiche, dell’umidità e caratteristiche del suolo e della coltura e utilizzo di sistemi di supporto alle decisioni (DSS) per la stima dei fabbisogni irrigui delle colture e la gestione irrigua di precisione, che consentano di stabilire le strategie migliori per ottimizzare la resa e minimizzare l’uso di risorse idriche anche collegati a sistemi di informazione in tempo reale su smartphone o di gestione automatizzata dei sistemi irrigui (es. tecnologie di irrigazione a pioggia a rateo variabile);
  • d) Spese tecniche e generali nel limite del 6% della spesa totale ammissibile per l’intervento.

Il termine ultimo per il completamento dell’investimento e la presentazione della domanda di pagamento del saldo è fissato al 31 dicembre 2025.

La spesa massima è pari a:
35.000 euro complessivamente per gli investimenti di cui alla lettera a) e c),
comprese eventualmente le spese generali d),
70.000 euro per il punto b), comprese eventualmente le spese generali d).

Il sostegno è concesso ed erogato in forma di aiuto in conto capitale secondo le seguenti aliquote distinte per tipologia di beneficiario:

  • 65% dell’importo dei costi di investimento ammissibili;
  • 80% dell’importo dei costi di investimento ammissibili nel caso di giovani agricoltori.

Le micro, piccole e medie imprese, attive nel settore della produzione primaria, beneficeranno dei sostegni nel quadro del Regime d’Aiuto SA.109572 (misura quadro SIAN CAR 1011221), comunicato in esenzione ai sensi del Regolamento (UE) 2022/2472 della Commissione, del 14 dicembre 2022. Per le imprese agro-meccaniche, micro, piccole e medie imprese che operano fuori dal settore della produzione agricola primaria si applica il regime “de minimis” generale (misura quadro CAR 27533).


La dotazione finanziaria è pari a 21.262.268,45 euro.

Ogni soggetto richiedente potrà presentare una sola domanda di sostegno.
La domanda di sostegno deve essere compilata, sottoscritta ed inviata esclusivamente in modalità telematica, attraverso l’applicativo del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN). Il Decreto n. 193 del 28 marzo 2024 ha stabilito che la domanda di sostegno deve essere compilata, sottoscritta ed inviata esclusivamente in modalità telematica, attraverso l’applicativo del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) fino al 31 maggio 2024
I sostegni sono concessi con il procedimento valutativo a graduatoria.