Dati allarmanti italiani sugli incidenti sui luoghi di lavoro

Cantiere navale di Castellammare di Stabia

Dato choc: La media degli incidenti mortali sui luoghi di lavoro, nei primi 6 mesi del 2018, è stata di 2 morti al giorno

L’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega di Mestre (Ve), utilizzando i dati raccolti dall’Inail (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro), ha riscontrato che nei primi sei mesi del 2018 le morti avvenute sui luoghi di lavoro sono state 469. Più nello specifico, ci sono state 2 morti al giorno, 20 alla settimana e 78 al mese. Una cifra che parla da sola su questi incidenti mortali.

Di questi 469 decessi va riscontrato che 138 sono avvenuti tra l’andata e il ritorno dal luogo di lavoro, mentre 331 si sono verificati durante il lavoro, in azienda dunque.  La maggioranza dei morti sono stati uomini, infatti le donne (vittime di incidenti mortali) sono state complessivamente solo 51 (27 durante il percorso di andata e ritorno e 24 sul luogo di lavoro).

Alcuni dati statistici

Tra le regioni più virtuose, che hanno riscontrato meno morti dunque, troviamo: il Trentino Alto Adige, l’Umbria e il Molise, con 4 decessi ciascuna; l’Abruzzo, con 6 e la Basilicata, con 7 morti; le Marche e la Sardegna ne hanno avuti 8; la Puglia ne ha riscontrati 10; la Liguria 11; la Calabria 13;  il Friuli Venezia Giulia 14; chiude la Sicilia, con 15.

Tra le regioni che hanno subito le maggiori perdite troviamo al primo posto la Lombardia, con 45 decessi. Seguono: l’Emilia Romagna, con 40; il Veneto, con 38; il Piemonte, con 28; la Campania e il Lazio, entrambe con 27; la Toscana, con 22.

Il maggior numero di decessi sono stati individuati nel settore delle costruzioni, con 50 morti, seguito dal settore manifatturiero con 47 morti e da quello del trasporto e magazzinaggio con 42.

La prevenzione, i corsi di formazione e l’attenzione sono gli unici modi per evitare le morti sul luogo di lavoro, come abbiamo già ricordato ad esempio in questo caso: https://www.psbconsulting.it/inail-sui-luoghi-di-lavoro/.

La Redazione

//]]>