Festivita’ del 1 maggio, un breve excursus storico

festa dei lavoratori

Mancano ormai poche ore al 1 maggio, festività dedicata al Lavoro ed ai lavoratori, celebrata in tutto il mondo ed ovviamente anche nel nostro Paese. La sua origine si ricollega ad un evento drammatico avvenuto il 1 maggio 1886 negli Stati Uniti, nella Haymarket Square di Chicago: un folto gruppo di operai sottoposti a lunghi e pesantissimi turni di lavoro indisse un grande sciopero generale la cui dura repressione da parte delle forze dell’ordine, conclusasi il seguente 4 maggio, causò numerosi morti e feriti.

A tre anni di distanza (dunque nel 1889) la Seconda Internazionale, organizzazione politica istituita dai membri dei vari partiti socialisti europei e dai laburisti inglesi, al fine di commemorare le vittime di quei fatti e sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale sul delicato tema delle condizioni di lavoro nelle fabbriche, fissò per la prima volta nella data del 1 maggio la Festa del lavoro e dei lavoratori.

Celebrata inizialmente soltanto a Parigi ed in Francia, la ricorrenza si diffuse progressivamente in vari paesi.

In Italia fu introdotta nel 1891; solo durante il periodo del regime fascista, che fissò con il Regio Decreto-Legge  n. 692/1923 la durata della giornata lavorativa in 8 ore, la ricorrenza fu fatta coincidere con il Natale di Roma, il 21 aprile.

Spostata nuovamente al 1 maggio durante il secondo dopoguerra, la Festa del lavoro e dei lavoratori fu approvata nel 1955 anche dalla Chiesa (era pontefice in quell’anno Pio XII) la quale vi associò la solennità di San Giuseppe Divin Lavoratore.

Tra le più importanti e note manifestazioni tenute di solito in Italia in tale giorno si ricordano, dal 1990, il Concertone di Piazza San Giovanni in Laterano a Roma, organizzato dai tre sindacati più importanti (CIGL, CISL, UIL) e, dal 2012, il Concertone di Taranto, istituito da un comitato civico locale per denunciare i gravi danni causati dallo stabilimento siderurgico ILVA all’ambiente e alla salute di cittadini e lavoratori.

La Festa del Lavoro e dei Lavoratori cade, guarda caso, alcuni giorni dopo la Giornata Nazionale della Salute e della Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (celebrata il 28 aprile), temi molto sentiti da noi di PSB Consulting ed a cui si è fatto cenno in un precedente nostro articolo (https://www.psbconsulting.it/salute-e-sicurezza-nei-luoghi-di-lavoro/).

C’è ancora tanto da fare per la tutela dei lavoratori e lo dimostra purtroppo un tristissimo dato: 176 sono le morti bianche avvenute nei primi 100 giorni del 2018 e 25 di queste si sono purtroppo verificate nel mese di aprile.

Con il completamento imminente delle misure di sicurezza nei luoghi di lavoro previste del D. Lgs. 81/2008, l’auspicio è che la situazione possa assolutamente migliorare. Nel frattempo, non ci resta che augurare a tutti un buon 1 maggio!

Dott. Angelo Zito

//]]>