Fondo Nuove Competenze

 

 

Al via la nuova Edizione 2022

 

L’11 novembre 2022 è stato pubblicato l’avviso per l’edizione 2022 contenente la disciplina sulla nuova presentazione delle richieste di contributo, in attuazione al decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministero dell’Economie e delle Finanze, del 22 settembre 2022 con il rifinanziamento del Fondo.

Scopri i principali aspetti del nuovo Bando

  1. Possono presentare istanza per accesso ad FNC tutti i datori di lavoro privati e le società a partecipazione pubblica, secondo decreto legislativo n. 175 del 2016, che abbiano sottoscritto entro il 31 dicembre 2022 accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro finalizzati a percorsi formativi di accrescimento delle professionalità dei lavoratori.
  2. Orientamento della formazione alla creazione di competenze digitali e green al fine di orientare selettivamente le risorse pubbliche al conseguimento dei risultati attesi del PNRR.
  3. Il Fondo copre il 100% dei contributi assistenziali e previdenziali (al netto degli eventuali sgravi contributivi fruibili nel mese di approvazione dell’istanza di accesso al Fondo) e il 60% della retribuzione oraria del dipendente in formazione.
  4. L’erogazione del contributo è a saldo e quindi alla fine del percorso di formazione. Solo con fideiussione bancaria o polizza fideiussora è possibile richiedere un anticipo del 40% del contributo.
  5. I percorsi di formazione avranno durata minima di 40 e massima di 200 ore per dipendente.
  6. È prevista una premialità per chi intraprende percorsi di riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario: in caso di accordi che prevedano, oltre alla rimodulazione dell’orario finalizzata a percorsi formativi, anche una strutturale riduzione dell’orario di lavoro a parità di retribuzione complessiva, la quota di retribuzione finanziata dal fondo sarà pari al 100%.
  7. Una volta approvato il progetto da parte dell’ANPAL, entro 150 giorni sarà possibile completare il percorso di aggiornamento.
  8. fondi interprofessionali costituiranno il canale di accesso privilegiato al Fondo Nuove Competenze. Per i datori di lavoro che non hanno fondi interprofessionali la formazione dovrà essere erogata da enti accreditati a livello nazionale o regionale. Non potrà essere soggetto erogatore della formazione la medesima impresa che ha presentato istanza.

La nostra offerta

FORMAZIONE

  • Rilevazione del fabbisogno formativo
  • Redazione del progetto formativo
  • Organizzazione ed erogazione della formazione
  • Formazione FAD (Formazione A Distanza); formazione in e-learning sincrona e asincrona, formazione in presenza (in base al fabbisogno espresso dall’azienda)

SUPPORTO DOCUMENTALE

  • Compilazione di tutta la modulistica da allegare 
  • Redazione dello schema di accordo collettivo di rimodulazione 
  • Qualora l’azienda richiedente il contributo non abbia propria RSU/RSA, ovvero non abbia la possibilità di ottenere sottoscrizione dello stesso dalle OO.SS territorialmente competenti, può avvalersi della sottoscrizione da parte del nostro sindacato.
  • Risposta ad eventuali richieste di integrazioni da parte di FNC

Per avviare il nostro iter progettuale

  1. Analisi del fabbisogno formativo per le risorse aziendali, condotta da nostro personale esperto incaricato e la Direzione Risorse Umane dell’azienda, al fine di declinare gli obiettivi ed il contenuto dell’offerta formativa;
  2. Informazione relativa alla quota di retribuzione oraria e di contribuzione oraria, livello di inquadramento, mansione e codice fiscale di ogni dipendente da inserire in formazione.