GDPR, la privacy e la sicurezza in ambito lavorativo

GDPR, aziende e PSB Consulting

In un mondo sempre più digitalizzato, la sicurezza e la privacy informatica sono sempre più importanti sia nel privato sia in campo lavorativo. Il GDPR ha cambiato tutto

Uno dei cavalli di battaglia principali dell’Unione Europea riguarda la privacy e la sicurezza dei dati, informatici o meno, dei propri cittadini. Proprio da questa rilevante esigenza è nato il Regolamento Generale per la Protezione dei Dati 679\2016 (GDPR, acronimo inglese per General Data Protection Regulation), normativa europea pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Europea del 4 maggio 2016 ed entrata in vigore il 25 maggio del medesimo anno.

La sua applicazione effettiva è entrata in vigore, dopo un periodo di transizione di due anni, a partire dal 25 maggio 2018.

Il GDPR e le aziende

Per qualsiasi azienda, pubblica o privata che sia, è di vitale importanza aderire a questa nuova normativa europea. Senza, è impossibile operare al meglio nel mercato europeo, quindi anche in quello italiano. La 679\2016 rappresenta un vero e proprio documento concernente tutte le procedure da mettere in atto in ambito di privacy in materia di diffusione dei dati personali.

In qualsiasi ambito voi lavoriate, dunque, sarete costretti prima o poi ad avere a che fare con il GDPR. A partire dall’ideazione di un qualsiasi servizio o prodotto offerto al cliente, la sicurezza dei dati deve essere parte integrante dei protocolli e delle procedure aziendali. In ogni fase del processo di lavorazione o produzione, la privacy deve essere la chiave di volta dell’intero procedimento. Senza, l’intero castello cade.

Giustamente, vi starete chiedendo: cosa potrebbe mai succedermi se non faccio adeguare la mia azienda alla nuova normativa europea concernente la privacy e la sicurezza telematica e non solo? Molto semplice, la vostra azienda subirebbe una sanzione pecuniaria non indifferente, ciò in base all’articolo violato: o una ammenda pecuniaria che può giungere a 10 milioni di euro, o, per le imprese, fino al 2% del ricavato totale annuo dell’esercizio precedente, se superiore (articolo 83, paragrafo 4); oppure fino a 20 milioni di euro, o, per le imprese, fino al 4% del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente, se superiore (articolo 83, paragrafo 5 e 6).

In quali casi si applica il GDPR alle aziende?

Il Regolamento Generale concerne le aziende che abbiano almeno uno stabilimento in uno dei Paesi membri dell’Unione Europea.

La nazionalità e la residenza del titola dell’impresa interessata, che gestisce i dati che vengono trattati, è irrilevante.

L’applicazione effettiva della normativa riguarda anche le aziende, che pur trovandosi al di fuori dell’UE, effettuino trattamenti di informazioni di soggetti che si trovano all’interno dell’Unione, nel caso in cui i trattamenti sono relativi all’offerta di beni o servizi anche a titolo gratuito e al monitoraggio del comportamento degli interessati, se tale comportamento avviene all’interno dell’Unione.

PSB Consulting e la 679\2016

Per riuscire a seguire, in maniere efficace, tutte le disposizioni concernenti Regolamento Generale per la Protezione dei Dati 679\2016 è necessario essere molto addentro ad una serie di materie. Ecco perché

La PSB Consulting sarà a TUA completa disposizione per fornirti un servizio personalizzato di supporto concreto. Analisi, cura e aggiornamento del piano privacy adeguato alla tua attività che rispetti tutti gli obblighi normativi previsti.

Cosa stai aspettando? Contattaci per far adeguare la tua impresa al GDPR.

Alessandro Maria Raffone