I rischi sul lavoro derivano anche dallo stress

Non tutti riescono a resistere allo stress da lavoro. Bisogna dunque premunirsi

Non tutti riescono a resistere allo stress da lavoro. Bisogna dunque premunirsi

Le principali cause di disagio psichico in ambiente di lavoro sono: il mobbing, il bossing ed il burn-out. Per sconfiggerli, bisogna conoscerli

 

Non solo di morti sul lavoro abbiamo bisogno di parlare ma anche dello stress psicofisico che gli impegni lavorativi comportano.
Nella società odierna, dunque, la salute e la sicurezza dei lavoratori subiscono vari rischi e minacce, che riguardano anche a problematiche di carattere psicologico.
L’impegno dovrebbe essere quello di riuscire a inquadrare (e dunque aiutare) i lavoratori sotto il punto di vista psicofisiologico e sociale.

Le cause dei problemi psichici sul luogo di lavoro

Le principali cause di disagio psichico in ambiente di lavoro risultano essere: il mobbing, il bossing ed il burn-out:

  • Per “burn-out” s’intende la spersonalizzazione, la perdita di stimoli e di capacità professionali.
    Capita nei soggetti che si occupano di altre persone e che sono a stretto contatto con esse. Può presentare diversi sintomi quali: apatia, stanchezza, collera, risentimenti, fino ad arrivare a veri e propri incidenti sul lavoro (nei casi più estremi).
  • Il mobbing si verifica nel momento in cui un singolo individuo subisce offese o errate comunicazioni, mirate all’esclusione sociale, sul luogo di lavoro.
    Questo stato di cose deve protrarsi per almeno un semestre, in maniera ostile e contro qualunque principio etico, ed essere portata avanti da una o più persona.
    L’individuo si sentirà impotente, senza nessuno su cui contare.
    Il fine ultimo è allontanare da un ruolo, o dal lavoro stesso, la persona oggetto delle offese.
  • Infine il bossing che si rifà al sopracitato mobbing, rappresenta una vera e propria “strategia” aziendale, attuata nel momento in cui si voglia ridurre il personale o licenziare lavoratori “non graditi”.

Come riconoscere le manifestazioni sui dipendenti

Stress da lavoro

Stress da lavoro

Sicuramente, per situazioni delicate come queste, bisogna saper riconoscere come e quando inizino le prime manifestazioni di problemi psicofisici.
Innanzitutto è importante saper differenziare l’esplosione delle patologie, da semplici momenti di stress sul luogo di lavoro.
Ad ogni modo, il primo campanello d’allarme, si verifica nel momento in cui i meccanismi biologici, fisici e d’adattamento in un contesto lavorativo di gruppo cominciano ad essere “stimolati” negativamente.
L’individuo mostrerà sintomi che lo porteranno, ad esempio, a una perenne stanchezza cronica, mentale e fisica, ansie e anche ergofobia; talvolta le manifestazioni possono riversarsi anche sulla vita personale.
In questi casi è necessario l’intervento di specialisti, in prevenzione su sicurezza e salute, sul luogo di lavoro.

Come risolvere

Stress - Relax

Stress – Relax

Non dimentichiamo che questi problemi hanno una radice psichica; è il cervello, dunque, il punto di partenza per provare a sconfiggere, o quantomeno a limitare, i sintomi.
Molto importante è cercare di avere sempre un atteggiamento positivo, cercando di vedere (come si dice in gergo)  “il bicchiere mezzo pieno, non mezzo vuoto”.
Una buona alimentazione, dedicarsi agli hobby e provare a fidarsi di poche, ma buone, persone, possono essere ottime distrazioni.
Un atteggiamento positivo potrà comportare: minori sintomi di cattiva salute psicofisica, capacità produttive maggiori, tempistiche ottimizzate, meno incidenti e malattie sul lavoro, una grande interazione con i colleghi (o i capi) e di conseguenza tante soddisfazioni lavorative.

Cristiano de Stefano