Il potenziamento del GDPR passa attraverso la Rete 5G

L’Unione Europea vede la Rete 5G come uno strumento di sviluppo necessario. Molte cose cambieranno, anche il GDPR

In dieci anni, entro il 2030 quindi, la Commissione Europea prevede il passaggio completo dell’Unione Europea alla Quarta Rivoluzione Industriale, dominata dal mondo digitale. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo è necessario estendere a tutta l’Europa la ormai celebre Rete 5G, di fondamentale importanza per quanto concerne la velocità e la capienza dei dati. 

Una Europa Faro di Libertà e Sicurezza

Tra i settori di intervento stabiliti recentemente dalla Commissione Europea troviamo la digitalizzazione dei servizi pubblici, la quale ha come inevitabile conseguenza una maggiore attenzione verso la cyber security, la libera diffusione dei dati e la libertà di espressione

Nuovi campi dell’intervento legislativo europeo pertanto saranno, (tra gli altri) la sicurezza informatica, l’identificazione elettronica e il trattamento dei dati personali da parte dell’IA (Intelligenza Artificiale).

Il rafforzamento del GDPR 

Il General Data Protection Regulation (GDPR), in italiano il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, rappresenta il più completo ed efficiente regolamento europeo per quanto concerne la privacy, il trattamento e la protezione dei dati personali. 

Uno strumento diventato pienamente operativo dal 25 maggio del 2018 e che vedrà un aumento esponenziale di importanza proprio nel prossimo decennio. 

Ciò per un motivo molto semplice: se le aziende vorranno crescere e diventare più appetibili in un mercato sempre più competitivo è necessario attenersi strettamente a quanto è previsto dalla normativa numero 679 del 2016, investendo contemporaneamente nelle tecnologie abilitanti, perno della Quarta Rivoluzione Industriale. 

Non solo perché chi non si attenua al GDPR rischia multe particolarmente salate ma soprattutto perché tramite il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati si incentiva la sicurezza del cliente.  

Alessandro Maria Raffone