Incidente sul lavoro a Pozzuoli, muore operaio in un cantiere

A Pozzuoli un altro drammatico incidente sul lavoro

È deceduto ieri pomeriggio, mercoledì 21 novembre, a Pozzuoli dopo un drammatico incidente sul lavoro, Sebastiano Marino, operaio 63enne di Trentola Ducenta

Il carpentiere stava effettuato dei lavori di rifinitura della rete fognaria, in un cantiere di Pozzuoli (Napoli). Secondo una prima ricostruzione della dinamica, Sebastiano Marino, esperto carpentiere, avrebbe perso l’equilibrio e sarebbe precipitato da un ponteggio; nella caduta ha impattato contro uno spuntone di ferro che gli causato la perforazione di parte dell’intestino e del pancreas. L’operaio, trasportato all’ospedale San Paolo, è deceduto dopo poche ore. Purtroppo, vano è stato il tentativo dei medici di salvargli la vita ed il disperato intervento chirurgico non ha sortito gli effetti sperati. Sulla vicenda indagano gli agenti del commissariato di polizia di Pozzuoli che hanno disposto il sequestro della salma del carpentiere per l’autopsia e hanno apposto i sigilli al cantiere.

Devoto cattolico e cittadino esemplare

La piccola comunità di Trentola Ducenta, un paesino in provincia di Caserta, si stringe intorno alla famiglia di Sebastiano Marino. L’operaio conosciutissimo in paese aveva dedicato la sua vita alla famiglia e alla Chiesa: gli era stato, infatti, conferito l’incarico di Ministro Straordinario dell’Eucarestia. La parrocchia di San Michele Arcangelo e l’Azione Cattolica di Trentola Ducenta hanno espresso il loro cordoglio: “Costernati e addolorati per la perdita, dopo un grave incidente sul lavoro, del nostro carissimo Sebastiano Marino. Tutta l’Azione Cattolica PIO XII, la parrocchia, e direi tutta la comunità di Trentola Ducenta elevano preghiere al Signore della vita affinché accolga Sebastiano nel suo Regno. Quel Dio che lui ha tanto amato e testimoniato nella sua esistenza, con il servizio di ministro dell’Eucaristia dia conforto alla sua famiglia”.

Le morti bianche

Da gennaio ad oggi, purtroppo, si registrano 834 morti sul lavoro (quasi 3 decessi al giorno). Rispetto all’anno precedente c’è stato un aumento dell’8,5% e questo trend non sembra rallentare. La cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro e l’opportuna formazione degli operai devono essere il punto di partenza per arginare questo fenomeno.

Benedetta Greco

//]]>