Industria 4.0: la Regione Toscana aggiorna la Piattaforma Regionale

In Toscana una piattaforma per l'Industria 4.0

La Piattaforma Regionale dell’Industria 4.0 è stata riorganizzata nella Piattaforma Impresa 4.0

È stata approvata dalla Giunta Regionale della Toscana una nuova delibera che riorganizza la Piattaforma Regionale dell’Industria 4.0, che prenderà il nome di “Piattaforma Impresa 4.0”.

Il perché della revisione all’Industria 4.0

La decisione di operare una revisione all’Industria 4.0 è stata voluta per mantenersi in linea con l’aggiornamento del Piano Nazionale volto a rafforzare la digitalizzazione in una dimensione maggiormente ampia e comprensiva, oltre che per tenersi in linea con le nuove direttive europee.

È questo quanto sostenuto dall’Assessore alla Regione Stefano Ciuoffo, il quale ha anche affermato che il passo compiuto è stato necessario per tenersi sempre aggiornati sul digitale e far sì che le imprese siano sempre più competitive anche a livello internazionale.

Quali novità ci saranno?

I cambiamenti riguarderanno, oltre al nome, l’individuazione della rete dei Distretti tecnologici regionali come interfaccia sia funzionale che territoriale della Piattaforma rispetto a  “imprese/sistema della ricerca” anche ai fini dell’aggiornamento della strategia regionale 4.0. Una novità è inoltre rappresentata dalla semplificazione dei “regional network” che saranno riorganizzati in maniera integrata rispetto alle applicazioni legate ai processi di innovazione.

In più, saranno estese le attività e la composizione della Piattaforma Regione Impresa 4.0 anche ai settori di commercio, agricoltura e turismo. Inoltre, sarà opportuno, per il processo di revisione, individuare un gestore autonomo/esterno del Distretto tecnologico.

L’importanza della Piattaforma

La Piattaforma è fondamentale in quanto rappresenta l’interfaccia tecnico-operativa sia rispetto all’attuazione sulle Strategie Regionali Industria 4.0 sia per quanto riguarda invece il Piano Nazionale Industria 4.0.

Per la creazione e la gestione della Piattaforma sono stati chiamati in causa, oltre alla Regione Toscana che si occupa del coordinamento, anche il sistema della formazione tecnica ed universitaria, i comitati di indirizzo dei distretti tecnologici Nanotecnologie/Nuovi Materiali e Advanced Manufacturing 4.0 ed il sistema delle competenze specializzate degli organismi pubblici di ricerca e delle infrastrutture di ricerca applicata sulle tecnologie individuate dalla Strategia Industria 4.0.

 

 

 

//]]>