Interfaccia Uomo-Macchina: come interagire con le macchine?

Interfaccia Uomo-Macchina

Con la PSB Consulting è possibile formare i propri dipendenti nell’Interfaccia Uomo-Macchina

Quando parliamo di Interfaccia Uomo-Macchina (dall’inglese Human-Machine Interface), ci riferiamo a quei software o dispositivi che consentono all’uomo di interagire positivamente con le macchine. Un’interazione che riguarda sia l’ambito professionale sia la vita privata di ognuno di noi. 

In ambito industriale, gli operatori utilizzano macchinari complessi principalmente attraverso schermi, touch screen e tastiere, che costituiscono una stazione di controllo. Un fruitore può così visionare le informazioni, ricevere notifiche ed eseguire controlli.

Un esempio consiste nel software e nell’hardware di un calcolatore, che consente ad un operatore, non importi dove si trovi materialmente, il controllo da remoto e il monitoraggio di un grande macchinario. 

La tecnologia alla base della progettazione delle interfacce sono estremamente complesse, perché non è richiesto semplicemente il funzionamento dell’hardware o del software ma è anche necessario che il fruitore delle apparecchiature sia nelle condizioni di poter interagire con la macchina facilmente e piacevolmente (concetti di accessibilità e usabilità). 

Programma del corso di PSB Consulting Interfaccia Uomo-Macchina

La prima parte del corso permette di acquisire conoscenze circa l’Industria 4.0, l’Economia, il Web Marketing e il Marketing.

La seconda parte punta l’attenzione  sugli elementi giuridici, contenendo le norme sulla sicurezza ed offrendo una vasta panoramica sulla sicurezza informatica in ambito europeo. Non sono tralasciate sezioni sull’evoluzione industriale e sulle infrastrutture per la gestione dei database.

Tra gli argomenti trattati nel corso possiamo trovare:

  • Linguaggi di Programmazione;
  • Elementi di Meccanica; 
  • Human-Machine Interface (HMI);
  • Approfondimenti sulle Tecnologie Abilitanti.  

Una potenzialità ancora inespressa

In Italia, l’Interfaccia Uomo-Macchina non è riuscita ancora ad esprimere pienamente le proprie potenzialità in ambito aziendale. Proprio questo corso può aiutare a comprendere le opportunità insite in questo strumento, figlio del XXI Secolo. Ad esempio, nell’automotive, grazie all’avvento dei quadri di bordo digitali, è ormai imprescindibile studiare approfonditamente la Human-Machine Interface, grazie alla quale la guida sta cambiando radicalmente.

Per ulteriori informazioni, consultare il seguente link