Italia: si continua a morire per lavoro

Il lavoro in Italia deve essere sicuro

Il lavoro in Italia deve essere sicuro

Nel nostro paese si continua a morire ogni giorno sul lavoro. Negli ultimi due giorni ci sono stati ben tre incidenti gravi, due dei quali purtroppo mortali

Le autorità sembrano ignorare il problema, le misure messe in campo dalle istituzioni non riescono ad arginare la piaga delle morti bianche

Quando si parla di sicurezza sui luoghi di lavoro, sono alla pari Nord e Sud , continui incidenti si registrano in tutta la Penisola.

Situazione di crisi in Italia 

Lo scorso anno, i decessi registrati e riconosciuti dall’Inail sono stati 1133, un 10% in più rispetto al 2017, a fronte di 641.261 incidenti sul lavoro e ai 21.291 casi di malattie professionali riconosciuti dall’ente previdenziale.

Quest’anno i dati relativi al primo trimestre mostrano un netto peggioramento si registra, infatti, un aumento del 3% degli incidenti mortali rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.

Incidente  a Casoria

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio in un cantiere di Casoria (NA). L’uomo di 65 anni, stava lavorando in un cantiere che effettuava lavori di scavo in via Stromboli, allorquando è stato investito da una pioggia di detriti provenienti da un muro di contenimento, che nella caduta hanno investito l’operaio. Le cause del crollo sono ancora da accertare, sono in corso le indagini dei Carabinieri.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo intento a lavorare nel cantiere in cui è in corso la costruzione di un capannone è rimasto schiacciato dal muro di cemento crollatogli addosso. A nulla sono valsi gli sforzi dei soccorritori, sul luogo sono immediatamente intervenuti sia i VV.FF. che il personale del 118. L’uomo, purtroppo, è deceduto subito dopo il sinistro a causa delle lesioni riportate.

Incidente sul lavoro a Maranello

Un operaio di 46 anni, lo scorso 8 maggio, ha perso la vita cadendo da un’altezza di 10 metri. Il tragico evento si è verificato alla Cisa Cerdisa del gruppo Ceramiche Ricchetti di Maranello.

La vittima era dipendente di una ditta esterna (la Tecnosolar di Sassuolo che si occupa di montaggi industriali) e svolgeva la mansione di manutentore industriale meccanico. L’operaio stava effettuando degli interventi sul tetto quando improvvisamente sembra sia ceduto un pannello facendo precipitare l’uomo da un’altezza di circa dieci metri.

L’allarme è stato tempestivamente lanciato dai colleghi, accorsi sul luogo dell’incidente, sul posto i sanitari del 118 con due ambulanze, i carabinieri e la Medicina del Lavoro, purtroppo però per l’operaio non c’è stato nulla da fare.

Incidente sul lavoro a Viganò

Non ha avuto conseguenze letali l’incidente occorso, lo scorso mercoledì 8 maggio, a Viganò nella Brianza Lecchese. Un operaio di 34 anni a seguito di una caduta ha riportato un forte trauma cranico. La sorte in questo caso è stata più clemente.

L’incidente è avvenuto nell’impianto di via Marconi. Sul luogo sono intervenuti i sanitari del 118 e quelli della Croce Verde di Bosisio Parisi. Gli uomini accorsi a prestare soccorso hanno subito rilevato che le condizioni del giovane erano buone, nonostante le gravi ferite, l’operaio non è in pericolo di vita. Sull’incidente indagano i Carabinieri e i tecnici dell’ispettorato del lavori dell’Ats, spetterà a loro ricostruire con precisione la dinamica dell’evento.

Benedetta Greco