La Regione Liguria virtuosa sulla sicurezza sul lavoro

Il Porto di Genova è di fondamentale importanza per il Sistema Paese.

La Regione Liguria, insieme al Ministero del Lavoro e all’INAIL, ha predisposto un Piano Straordinario al fine di favorire la diffusione di buone pratiche in tema di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro

L’Assessorato alla Sanità ed alla Sicurezza della Regione Liguria ha predisposto un Piano Straordinario, allo scopo di incoraggiare la diffusione di una corretta conoscenza in tema di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, che partirà in questi giorni di ottobre 2018. Il progetto potrà disporre di un budget di 425.500 euro, di cui 370mila euro stanziati dal ministero del Lavoro e 55.500 euro concessi dall’INAIL e dalla Regione Liguria. Il Piano dovrebbe coinvolgere all’incirca 1500 lavoratori a livello regionale.

Sicurezza nel settore portuale

La Vicepresidente della Regione Liguria, nonché Assessore regionale alla Sicurezza, Sonia Viale, ha tenuto a specificare, durante la presentazione del progetto, che quest’ultimo è nato dalla collaborazione con le parti sociali, l’Alisa (Azienda Ligure Sanitaria), l’INAIL e l’Alfa (Agenzia Regionale per il lavoro). Principalmente il Piano andrà ad intervenire nel settore portuale, di primaria importanza per la Liguria e per il Sistema Italia.

Requisiti di partecipazione

La partecipazione a questi corsi avverrà in maniera del tutto gratuita. La durata degli stessi sarà di almeno 8 ore ma potrà in taluni casi arrivare anche a 20 ore complessive di frequenza. Per l’ammissione sarà  necessario il possesso di alcuni requisiti: da un punto di vista anagrafico, avere un’età inferiore ai 25 o superiore ai 50 anni; dal punto di vista, invece, strettamente professionale, appartenere alla categoria degli RLS (rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza), operare stagionalmente nel comparto agricolo oppure essere titolari di micro, piccole o medie aziende.  Al termine delle attività sarà rilasciato a ciascun frequentante un attestato di partecipazione.

Possibilità di accesso ai voucher

L’azienda Alfa Liguria ha avuto cura di predisporre l’elenco degli enti che impartiranno i contenuti formativi ai partecipanti, con una particolare attenzione dedicata al settore portuale ed agli argomenti definiti nel recente Accordo quadro regionale. Coloro che intendono partecipare all’iniziativa potranno avanzare, altresì, una richiesta di voucher all’ente formativo presso il quale vorranno svolgere le attività. Tuttavia, è stato già annunciato che il numero di questi contributi sarà abbastanza limitato; pertanto, si procederà al rilascio soltanto in favore dei candidati inseriti nelle primissime posizioni in graduatoria.

Infine, va rimarcato il fatto che i corsi sulla sicurezza saranno svolti nel giro di un anno in sedi sparse in modo omogeneo su tutto il territorio della Regione Liguria.

//]]>