La Sicurezza sul Luogo di Lavoro alla prova in Basilicata

Con Matera 2019 occhi puntati sulla Basilicata anche per ciò che concerne la sicurezza sul luogo di lavoro

In queste ultime ore ci sono state alcune novità, per quanto riguarda la sicurezza sul luogo di lavoro, avvenute nella Regione Basilicata

In questi ultimi tempi la Lucania è al centro dell’attenzione pubblica nazionale perché una tra le sue città più importanti, Matera, è stata prescelta per essere Capitale Europea della Cultura nel 2019. Nella città, celebre per i suoi Sassi, vi saranno tutta una serie di iniziative inerenti la cultura, in tutte le sue diverse accezioni. Ma per quanto riguarda la sicurezza nei luoghi di lavoro, come si presenta la situazione in Basilicata? Generalmente la situazione locale è positiva ma ci sono alcuni casi in negativo che riteniamo opportuno pubblicare per ricordare che la prevenzione è di fondamentale importanza. In questo articolo vi parleremo di un fatto accaduto a Ferrandina (MT).

Caso limite a Ferrandina

Da quasi 30 anni al Comune di Ferrandina, Provincia di Matera, mancava un documento di fondamentale importanza per una corretta sicurezza sul luogo di lavoro: il Documento di Valutazione dei Rischi. Inoltre i dipendenti comunali per molto tempo non hanno svolto la consueta visita medica. La situazione è stata risolta dall’Unione Sindacale di Base (USB) che è intervenuta presso le autorità competenti al fine di risolvere la paradossale vicenda.

Oltre all’USB di fondamentale importanza, per il buon esito dell’iniziativa, è stato l’intervento diretto del Dipartimento di Prevenzione Collettiva della Salute Umana U.O. Medicina del Lavoro e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro dell’Azienda Sanitaria Matera.

Risoluzione (parziale) del problema

A partire dal 1° di ottobre parte inizieranno le visite mediche a tutti i dipendenti del comune materano, al fine di ottemperare agli obblighi di legge. Bisognerà poi vedere il Documento di Valutazione dei Rischi per capire se i provvedimenti previsti nel documento in materia di sicurezza sul luogo di lavoro tutelino realmente i lavoratori comunali.

Vi terremo aggiornati sugli ulteriori sviluppi della vicenda.

//]]>