Primi dati sugli incidenti mortali e le malattie riscontrate sul luogo di lavoro del primo bimestre 2018

incidenti sul luogo di lavoro

Resi pubblici gli open data Inail di gennaio e febbraio 2018

Analizzando i dati emersi nella sezione Open data del sito Inail, sulle denunce riguardanti gli incidenti con esito mortale e le malattie professionali riscontrate nel primo biennio del 2018, si rileva che ci sono stati due morti sul lavoro in meno rispetto a quelli riscontrati tra il gennaio e il febbraio del 2017 (da 127 a 125) mentre sono in aumento le denunce riguardanti le malattie professionali.

Obbligo di comunicazione all’Inail

Queste informazioni sono state rese possibili grazie all’obbligo per tutti i datori di lavoro e i loro intermediari, a partire dal 12 ottobre del 2017, di trasmettere per via informatica all’Inail tutti i dati concernenti qualsiasi incidente occorso sul luogo di lavoro che abbia come conseguenza l’assenza dal lavoro dell’infortunato di almeno un giorno, escluso quello dell’evento.

Ciò deve avvenire entro 48 ore dall’emissione del certificato medico. Per un’assenza superiore ai tre giorni vi è ancora l’obbligo, in base  all’articolo 53 del DPR del 30 giugno 1965 (numero 1124), della denuncia dell’incidente.

Sanzioni

Per chi non si dovesse attenere a tale normativa vi sarà una multa che va da 548,00 euro a 1.972,80 per gli infortuni di almeno un giorno, da 1.096,00 euro a 4,932,00 per gli infortuni superiori ai tre giorni.

Di Alessandro Maria Raffone

//]]>