Progetto PID – Bando Voucher Digitali I4.0

“Punto Impresa Digitale” per i voucher digitali della Camera di Commercio di Avellino

La Camera di Commercio di Avellino nell’ambito del progetto PID ha approvato il bando Voucher Digitali I4.0 per l’anno 2021 per sostenere mediante l’erogazione di contributi, la realizzazione di progetti innovativi, di micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici, realizzati utilizzando soluzioni tecnologiche, applicazioni, prodotti/servizi innovativi incentrati sulle tecnologie Industria 4.0.
In questa edizione sono finanziati anche progetti innovativi in ambito turistico e viene incentivata anche l’adozione in azienda di sistemi di e-commerce e green oriented.

Richiedi una consulenza gratuita
A chi è rivolto il bando Voucher Digitali 4.0?

Il bando è rivolto alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Avellino.

Quali spese sono finanziabili?

Sono finanziabili le spese per la consulenza, la formazione e l’acquisto di beni e servizi tecnologici I4.0 previsti dal bando.

Caratteristiche del contributo e spese ammissibili

Il contributo accordato a fondo perduto ciascuna impresa richiedente sarà pari al 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di euro 5.000,00 (cinquemila euro).

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale ricompresi nel presente Bando dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2, posto che ogni ambito sarà valutato sulla base della coerenza rispetto alla realtà aziendale.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel presente Bando sono specificati di seguito:

Elenco 1. Utilizzo e implementazione delle seguenti tecnologie nei relativi interventi e, specificamente:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D, punto vendita digitale, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, segnaletica digitale, totem, touchpoint);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • sistemi e-commerce di beni, servizi e/o di prenotazione di servizi turistici; q) sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2. Utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

  • sistemi di prenotazione e pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech (financial technology);
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  • strategie di digital marketing da realizzare nei 90 giorni concessi per la realizzazione del progetto;
  • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.
Scadenza della domanda

La domanda di contributo dovrà essere presentata – a partire dalle ore 9.00 del 8 luglio 2021 e fino alle ore 23.59 del 15 ottobre 2021 (salvo chiusura anticipata per esaurimento del fondo) – esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma Telemaco.

Modalità di presentazione della domanda

Le richieste devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica.

Documentazione e dati occorrenti:

  1. Anagrafica completa Ditta/Società con indicazione di mail, numeri telefonici/Fax e cellulari del legale rappresentante e del referente della pratica;
  2. Kit firma digitale;
  3. Documento di identità del legale rappresentante;
  4. Breve descrizione intervento proposto;
  5. Modulo eventuale dichiarazione de minimis vedi allegato;
  6. Preventivi di spesa ANALITICI E NON A CORPO, TIMBRATI E FIRMATI DAL FORNITORE;
  7. Essere in possesso della Regolarità contributiva anche diritti camerali;
  8. Matricola INPS ed INAIL e loro sedi con indicazione del CCNL applicato ai dipendenti;
  9. Dati completi della Banca, su cui viene effettuato il bonifico del contributo dalla CCIAA con indicazione del nome agenzia, indirizzo, IBAN ed indicazione dei soggetti con anagrafica che possono operare su detto c/c;
  10. Numero dei dipendenti.