PSB Consulting in prima linea per la consulenza e la difesa di privacy e dati

privacy dati

Difesa privacy e dati sensibili alla delicata e complessa questione della tutela di privacy e dati l’Unione ha riservato sempre particolare cura ed estrema attenzione.

Al giorno d’oggi i fatturati delle aziende vanno a basarsi proprio su tali fattori registrando, infatti, valori ancor più decisivi di quelli derivati dall’erogazione di determinati prodotti e servizi.

I dati ricoprono, dunque, un ruolo di fondamentale importanza, di spiccato valore; potrebbero addirittura definirsi come “il petrolio del nuovo millennio” ed è facilmente intuibile, data l’importanza di tali elementi, la particolare necessità di un corretto ed efficiente sistema che possa regolarli, gestirli e soprattutto tutelarli.

Il 25 maggio 2018 ufficializzerà il Regolamento Generale per la protezione dati 2016/679 ed il Gdpr, ovvero, il General Data Protection Regulation sostituirà, a tutti gli effetti e dopo due anni di transizione, il precedente Codice della Privacy racchiuso nel Dlgs 196/2003.

Il nuovo Gdpr porterà con sé numerose modifiche: vocaboli e concetti totalmente originali, principi estremamente innovativi, termini inediti, anglofoni e renderà obbligatori numerosi adempimenti da espletare rigorosamente entro maggio 2018.

Per le aziende sarà, dunque, fondamentale una scrupolosa ed approfondita formazione in grado di ricostruire e predisporre, nel totale rispetto delle nuove esigenze e dei nuovi canoni, sia le aziende stesse che le figure al loro interno.

I sistemi aziendali andranno, infatti, rivisti alla luce delle novità apportate dalla normativa e le regole revisionate anche al fine di evitare le gravose sanzioni in cui le stesse aziende potrebbero incorrere per le eventuali inosservanze.

È importante sottolineare, a tal proposito, che per negligenze e inadempienze sono state stabilite sanzioni di valore pari anche a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato. Nuovi ruoli e nuove regole quelle apportate, dunque, dal Gdpr; non a caso, i titolari delle aziende dovranno assumere piena responsabilità dei propri sistemi di dati, della loro gestione e soprattutto della loro tutela anche nell’eventualità di violazioni o possibili incidenti.

Sarà, inoltre, inserito un nuovo ruolo, il Dpo (Data Protection Officer) ovvero, il Responsabile per la protezione dei dati e saranno introdotte ulteriori procedure da rispettare, come la notifica dei data breach oltre che nuovi concetti da apprendere, come nel caso degli innovativi principi di Privacy by design e by default o accountability.

Ed è in tale contesto che entra in gioco la PSB Consulting; l’ultima nata della famiglia PSB è, infatti, una società formata da un’equipe di ingegneri e tecnici altamente specializzati in grado di rispondere a molteplici esigenze e fornire supporto e consulenza ad hoc per ciascun ambito aziendale.

La Consulting saprà offrire consulenza e sostegno anche in questo caso, rivelandosi un valido aiuto per le aziende che dovranno approfondire conoscenze ed esigenze inerenti al Regolamento in entrata. Sostanziali e numerosi, dunque, gli adempimenti da effettuare: le policy interne dovranno essere riscritte più dettagliatamente, si dovranno ridefinire tutti i processi aziendali; bisognerà cambiare il quadro degli adempimenti, dei documenti legati alla privacy, redigere dei registri per le attività di trattamento e non solo.

È ben chiara, alla luce di tali operazioni, l’importanza di un’approfondita informazione, di una solida formazione da ripetere ed aggiornare nel corso del tempo e la necessità di una valida guida. Giungere preparati al 25 maggio, data in cui sarà effettivo ed omogeneo in tutta l’Unione il Regolamento generale per la protezione dei dati, richiederà, quindi, una lunga e consistente serie di operazioni e trasformazioni da intraprendere, sin da oggi, con particolare cura e attenzione; non solo per il rispetto di una nuova normativa a discapito delle sanzioni ma anche per un effettivo consolidamento del proprio ruolo in un disegno che, superando il confine della semplice normativa interna ad un singolo Stato, si inserisce, finalmente, in un contesto ben più uniforme ed esteso, quello dell’Unione.

//]]>