Sicurezza sul lavoro: un tema che non può essere trascurato

Ancora troppe le morti sul lavoro registrate dall’inizio dell’anno, la maggior parte delle quali avrebbero potuto essere evitate: la sicurezza è fondamentale sul luogo di lavoro

Ancora troppi gli incidenti sul lavoro che si stanno verificando nel nostro Paese già a partire dall’inizio del 2018 e che stanno riempendo le pagine di cronaca dei giornali italiani, considerati come disastrose fatalità.

Sembra, tra l’altro, paradossale che in un’epoca come la nostra, dominata dalla tecnologia e dall’innovazione, siamo ancora costretti ad assistere ad episodi di questo tipo. Ciò che deve far riflettere è che nella maggior parte dei casi parliamo sempre e comunque di tragedie che avrebbero potuto essere evitate.

Che cosa fare?

Le precauzioni che dovrebbero essere messe in atto, per evitare che episodi e disgrazie di questo tipo si verifichino ancora, sono: fare in modo che le ispezioni ed i controlli si verifichino prima degli incidenti e soprattutto approvare investimenti di materiali ed immateriali per la sicurezza e per la formazione dei lavoratori.

Il problema, nonostante tutti i progressi ottenuti con la creazione dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro ed il nuovo Codice degli appalti, resta sempre lo stesso: cercare il risparmio a discapito della sicurezza dei lavoratori. A volta basta aver seguito un corso di sicurezza o avere a disposizione strumenti di nuova generazione per poter evitare le tragedie.

L’importanza della sicurezza

Quello che i sindacati davvero troppo spesso sottolineano è come questi incidenti tendano quasi sempre a capitare in ditte in appalto o subappalto, dove c’è un’ingente frammentazione sia delle procedure ma soprattutto delle responsabilità. È, quindi, arrivato il momento di fare qualcosa e di attivarsi affinché disgrazie di questo tipo non si verifichino più.

Per diverso tempo la sicurezza sul lavoro è stato un elemento ampiamente trascurato adducendo come scusante il problema della crisi economica. Ad oggi tutto questo non può e non deve più verificarsi. Questo auspicio non solo per la ripresa economica, ma anche perché investire in sicurezza, formazione e macchinari sono gli strumenti necessari per poter essere competitivi ed efficienti al livello nazionale ed internazionale.

Le prossime strategie

Sicuramente, per cercare di migliorare questa situazione è necessario che la politica intervenga nella maniera opportuna, concentrandosi sul tema della sicurezza piuttosto che sulle imposte fiscali, elargendo fondi per potenziare l’ispettorato. A partire da una nuova contestualizzazione dell’amministrazione è possibile arrivare ad ottenere il cambiamento desiderato, per poter arrivare prima e non dopo queste tragedie. È necessario fare di tutto per fermare queste morti sul lavoro, che da inizio dell’anno ad oggi sono arrivate a quota 260.

 

//]]>